Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

Mobili trasformabili per case piccole: dal passato arriva Superstairs

scatole modulari e mobili trasformabili

Gli esperti di Iocasa.it

Ritratto di Simona Sadotti

Simona Sadotti

Team Editoriale

La tendenza a cercare mobili trasformabili e soluzioni modulari per arredare casa può sembrare una novità figlia dei nostri tempi, in cui avere una casa di più di 40 mq a volte è un sogno. Ma non è così. La necessità avere spazi e mobili multifunzionali è ben più antica.
Per esempio, nel 1968, l'architetto Dennis Holloway, oggi noto per la sua dedizione a progetti di architettura sostenibile e di case passive, e sua moglie Bess, si trasferirono a Brooklyn dopo aver trascorso un periodo nel Regno Unito. Negli Stati Uniti, Halloway fu assunto come come stagista presso lo studio di Manhattan Conklin & Rossant, e la coppia si trasferì a Cobble Hill in un bilocale, un appartamento molto piccolo.

"Prima di pensare a come arredare l'appartamento,” dice Holloway, "dipinsi i muri di bianco, levigai il pavimento, e al centro del soffitto, all'interno della cornice, dipinsi un cielo finto in stile pop-rinascimentale." Questi piccoli accorgimenti decorativi diedero nuova vita al salotto/ingresso/sala da pranzo, ed un tocco moderno ad un ambiente in origine un po' neoclassico, vista la presenza di un pomposo caminetto in marmo e le modanature alle pareti e al soffitto.

scatole modulari e mobili trasformabili

Arredare il piccolo appartamento era l'altra questione. Non potendo acquistare mobili firmati, né avendo spazio per troppi elementi d'arredo, Holloway capì che avrebbe dovuto costruire da solo i suoi mobili. Dopo tutto, la maggior parte degli architetti moderni erano noti anche per i loro progetti di arredo. E così nacque quella che  Holloway chiamò Superstairs, una soluzione modulare multiuso, un sistema di mobili trasformabili e scatole modulari polifunzionali.
Il piccolo appartamento aveva bisogno di una stanza da utilizzare per varie attività, dove sedersi in relax,  ascoltare musica, ospitare parenti e amici in visita, e per fare l'amore, come lui stesso affermò, oltre che uno spazio di lavoro, un luogo in cui conservare roba, una piccola galleria d'arte. E così nacque Superstairs.

scatole modulari e mobili trasformabili

Il sistema modulare 4D Superstairs,  in sostanza, si compone di tre scatole di compensato tri-livello, ovviamente scatole portaoggetti. Holloway spese circa $ 200 per il completamento del progetto. Holloway montò alle scatole delle rotelle, così che potessero essere spostate facilmente ma anche bloccate e incastarate l'una con l'altra. I pezzi possono essere separati per formare zone distinte per rilassarsi o per creare un ambiente conviviale per gli ospiti, e poi altrettanto rapidamente messi in parallelo per formare un letto. Infatti, l'architetto scoprii circa 36 diverse disposizioni per le scatole che, dunque, subirono una continua evoluzione facendo diventare la stanza un vero e proprio set dinamico e mai noioso. I mobili più trasformabili mai visti e la soluzione perfetta per molti appartamenti moderni! Economica e divertente per gli amanti del fai da te!

Ven, 20/06/2014 - 12:04
Magazine Category: 
apex apex-2
randomness