Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

L'assicurazione terremoto per tutti

Assicurazione terremoto

Gli esperti di Iocasa.it

Ritratto di Team editoriale

Team editoriale

In Emilia, molte aziende agricole stanno ancora aspettando i risarcimenti da parte dello Stato – per un terremoto avvenuto più di due anni fa! A questo punto ci si chiede se le aziende non avrebbero fatto meglio a stipulare un'assicurazione contro il terremoto.
In realtà, fino al 15 maggio del 2012, spettava allo Stato risarcire privati e imprese che hanno subito danni di seguito a catastrofi naturali come i terremoti. In quella data, però, il governo Monti, all'interno della Riforma della protezione civile, ha varato un decreto che prevede l'esonero dello Stato dall'obbligo di risarcire in caso di terremoto o altre calamità naturali. Dopo l'entrata in vigore di questo decreto si è creata una situazione abbastanza pericolosa. Se dovesse accadere un terremoto ora, la maggioranza delle persone colpite non saprebbe a chi rivolgersi per i risarcimenti.

Assicurazione terremoto

E questo perché l'assicurazione contro i terremoti, in Italia, non è obbligatoria, sebbene in nostro paese si trovi in una zona ad altissimo rischio sismico. Forse per questo il governo Letta, ai suoi tempi, stava lavorando ad una legge che prevedeva l'introduzione dell'assicurazione terremoto obbligatoria, ma ora non si sa più se e quando questa legge entrerà in vigore.
La proposta dell'assicurazione terremoto obbligatoria prevedeva anche la defiscalizzazione del premio, effettivamente per il 20% composto di tasse. Con questa misura si intende non abbandonare del tutto lo Stato assistenzialista. In più, non rimane escluso un intervento da parte dello Stato nei casi in cui le calamità naturali dovessero essere particolarmente gravi.
Nel frattempo, l'assicurazione terremoto resta facoltativa, ma non per questo meno importante. In effetti, tutti, specie le persone che abitano in zone ad alto rischio sismico, dovrebbero immediatamente stipulare un'assicurazione contro i terremoti o estendere le loro polizze casa già esistenti. Certo, c'è chi dice che si tratti soltanto di una nuova tassa, ma pensandoci bene, il rischio terremoto costituisce un rischio reale e gli eventi passati hanno dimostrato che lo Stato comunque non è stato in grado di risarcire velocemente e completamente le persone dai danni subiti.

Assicurazione terremoto

Non sono poche le compagnie assicurative che al momento offrono un'assicurazione terremoto. Anzi, in realtà la polizza anti-terremoto viene offerta già da tanti anni. È importante, però, scegliere bene il tipo di copertura. Alcune assicurazioni terremoto offrono soltanto garanzie di base mentre altre offrono una copertura abbastanza completa. In effetti, un'assicurazione terremoto dovrebbe comprendere:

  • un risarcimento per ricostruire la casa danneggiata o distrutta dal terremoto
  • un risarcimento per i danni causati alla struttura, agli arredi, agli oggetti personali, agli impianti, agli elettrodomestici
  • la copertura delle spese per la demolizione della casa e lo sgombero
  • la copertura delle spese per il trasferimento e il deposito di beni rimasti interi presso terzi
  • la copertura delle spese alberghiere e delle spese d'affitto per il periodo di ricostruzione della casa
Assicurazione terremoto

Adesso, un'assicurazione terremoto del genere è ancora abbastanza costosa, ma vale la pena di fronte ai costi dei danni dal terremoto nel caso non si fosse assicurati. E in ogni caso, appena la polizza anti-terremoto sarà diventata obbligatoria, i premi si abbasseranno e tale copertura verrà a costare circa 200 Euro all'anno.

Ven, 18/07/2014 - 20:03
Magazine Category: 
apex apex-2
randomness