Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

La casa Hobbit di Charlie e Meg

casa hobbit, ecologica ed economica

Gli esperti di Iocasa.it

Ritratto di Team editoriale

Team editoriale

Charlie e Meg sono due giovani genitori del Pembrokeshire, Galles. Charlie ha trascorso la sua infanzia nel podere di famiglia, costruendo case sugli alberi e tane e ad aiutando il padre a lavorare la terra. Dopo il suo incontro con Meg, ha deciso insieme alla sua compagna di continuare a vivere lì e di mettere su famiglia. Non disponendo di molti soldi per comprare una casa e non volendo cadere nella morsa degli affitti o dei mutui, la coppia ha deciso di provare a costruire casa sfruttando i mezzi di cui disponeva. I genitori di Charlie erano felici di dare ai due giovani la possibilità di costruire la loro dimora nella loro terra di origine, in cui, peraltro i ragazzi già vivevano stabilmente, ma in una roulotte. In questo modo, avrebbero potuto contribuire a mantenere in vita la piccola azienda agricola di famiglia per le prossime generazioni. Insomma, una scelta che ci porta indietro nel tempo, a quando era comune per le famiglie restare unite e di mantenere il tessuto della comunità ben saldo. Così è nata la casa Hobbit.

casa hobbit, ecologica ed economica

E così che nasce la casa Hobbit, senz'altro influenzata dalla presenza nel terreno adiacente dell'eco-villaggio Lammas, i cui membri sono stati di grande aiuto nelle fasi di costruzione.

Il legname utilizzato è stato interamente raccolto in un bosco situato all'interno della proprietà della famiglia di Charlie.

Il budget edella coppia era piuttosto limitato per cui sono stati utilizzati prevalentemente materiali naturali e riciclati, di provenienza locale, e mirati a ottimizzare l'efficienza energetica dell'abitazione. Ci sono molti materiali potenzialmente cancerogeni utilizzati negli edifici convenzionali che nella casa Hobbit sono totalmente assenti.

I punti di seguito evidenziano le caratteristiche principali della casa, assolutamente a bassissimo impatto ambientale:

  • il telaio, in legno di provenienza locale, ha subito trattamenti minimi ed è molto resistente;
  • tetto a giardino pensile garantisce la compensazione del carbonio, funge da buon isolante termico ed è esteticamente gradevole;
  • le pareti in paglia e fango garantiscono un ottimo isolamento termico, sono economici ed ecologici in quanto di recupero;
  • la calce sui muri serve a proteggere le pareti di fango e paglia, facendole respirare;
  • il riscaldamento a pavimento è alimentato da una caldaia a legna (l'unica fonte di riscaldamento): anche se impiega un po' di tempo per riscaldare l'ambiente, il calore viene trattenuto a lungo;
  • i doppi vetri sono riciclati;
  • l'esposizione a sud permette di sfruttare al massimo l'energia solare.
casa hobbit, ecologica ed economica

I due giovani, certi di non infrangere alcuna legge, hanno avviato la costruzione, e nel giro di circa sei mesi la casa è stata completata. Purtroppo, però appena i due si sono trasferiti insieme al loro bimbo appena nato, l'ufficio comunale competente ha emesso un ordine di esecuzione per la demolizione della casa. Ora i ragazzi hanno presentato un ricorso contro questa ordinanza.

Se da un alto, come lo stesso Charlie ha affermato, è comprensibile la necessità di un sistema di pianificazione, è anche vero che la casa in oggetto è stata costruita con materiali per lo più di riutilizzo o naturali, perfettamente integrati nel paesaggio circostante. In una società dove il cemento fa da padrone c'è da sperare che Charlie e sua moglie vincano la loro causa e siano da modello per altra gente e, soprattutto, per la pubblica amministrazione.  

Ven, 16/08/2013 - 11:00
Magazine Category: 
apex apex-2
randomness