Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

Risparmio ed ecologia con le "case passive"

casa passiva in legno

Gli esperti di Iocasa.it

Ritratto di Simona Sadotti

Simona Sadotti

Team Editoriale

Dall'analisi effettuata dai governi europei sullo studio condotto nel 2003 dall'Istituto Stern, risulta evidente la necessità di un intervento urgente per frenare il cambiamento climatico. Senza dubbio, una di queste misure dovrebbe essere incentrata sul settore delle costruzioni. Per fare ciò è fondamentale rivedere le norme vigenti in materia di efficienza energetica e imporre un rispetto rigoroso di certe buone pratiche in tutte le ristrutturazione e garantire che tutti i nuovi edifici siano costruiti costruito secondo i dettami della bioedilizia. È ora che questo campo dell'architettura acquisti un posto preminente nella società.

Tra le diverse soluzioni in fase di sviluppo in tale ambito vi è quello che viene definito “casa passiva”.

 

Caratteristiche di una "casa passiva"

Casa passiva in legno

Le case passive sono case a basso consumo energetico in grado di mantenere condizioni di comfort all'interno dell'abitazione senza far ricorso ai sistemi di riscaldamento tradizionali. Il calore emesso dalle persone stesse (100W), dagli elettrodomestici, e l'entrata di energia solare grazie ad una progettazione efficiente, basterebbe, in teoria, a garantire questo comfort, non importa quanto bassa sia la temperatura esterna.

Per rispondere agli standard della casa passiva, è necessario che sussistano le seguenti condizioni:

  1. Pareti esterne e pavimenti altamente isolanti.
  2. Eliminazione di tutti i ponti termici.
  3. Massima riduzione delle infiltrazioni d'aria dall'esterno.
  4. Recupero del calore sottratto alla casa.
  5. Ricorso ad energie pulite.

 

casa passiva e risparmio energetico

Conditio sine qua non è che il fabbisogno annuo di energia per il riscaldamento della casa non superi il 15 kWh / (m² a). Pertanto, le case passive consumano l'85% in meno di energia rispetto alle case costruite con norme edilizie in vigore.

In Europa sono oltre 5.000 le case passive costruite e che hanno riscosso un grande successo. La maggior parte di case passive si trovano in Austria, Germania, Francia settentrionale, Svezia e Svizzera. Ci sono alcune case che soddisfano lo standard di casa passiva nel nord Italia, principalmente in Trentino-Alto Adige. In quell'aria vi sono, tra l'altro, altri standard che cercano di raggiungere risultati simili, come lo svizzero MINERGIE o il bolzanese CasaClima.

La costruzione di queste case può risultare leggermente più costosa delle case tradizionali (circa 5-10%), ma si presume che questa spesa aggiuntiva venga ammortizzata in poco tempo grazie al risparmio di energia elettrica.

Stando a quanto detto finora, si intuisce che il materiale che meglio di tutti permette di raggiungere questi standard è il legno. Dunque, il legno è il materiale ideale per la costruzione di case passive. 

Il fatto che le case passive siano fortemente diffuse nel nord dell'Italia e in generale dell'Europa indica che si tratta di case create appositamente per rispondere alle esigenze di riscaldamento di chi vive in climi molto freddi. Tuttavia, alcune imprese stanno rivisitando gli standard e sviluppando un nuovo modello di “casa passiva mediterranea”. Per una casa passiva che si adatti ad ogni latitudine.  

Ven, 29/03/2013 - 15:00
Magazine Category: 
apex apex-2