Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

Quale piano cottura? A gas o a induzione?

Vogliamo comprare una nuova cucina e stiamo pensando ad optare per un piano cottura a induzione. Fin'ora usiamo il piano cottura a gas, ma dato che la cucina nuova, esteticamente, è molto moderna (direi design), ci vedrei molto bene un piano cottura a induzione. Certo, anche un piano cottura di cristallo ci starebbe bene, ma è anche il più costoso e comunque non facile da pulire. A parte la differenza di prezzo tra il piano cottura a gas e quello a induzione, quali altri vantaggi e svantaggi ci sono? Quale soluzione ci consigliate?

Dom, 14/10/2012 - 16:32

Commenti : 0

Risposte

3

AnswerWidget

Nessuno dei due. Hai ragione che il piano cottura a gas, in una cucina design, non ci sta molto bene, perfino se lo scegli in acciaio. Ma il piano cottura a induzione non è adatto per tutti i materiali (per quanto riguarda le pentole etc). Trasmette il calore solo ai contenitori in acciaio. Quindi, se usi pentole in alluminio, non andranno bene. Questo fattore va considerato quando farai la tua scelta. Io opterei per un piano cottura elettrico in vetroceramica, di cui l'unica differenza, rispetto al piano cottura a induzione, è che i fornelli rimangono roventi (ma si vede comunque dal loro colore rosso). Costa anche un po' di meno, ma è ugualmente facile da pulire.

Mar, 16/10/2012 - 18:23

Chiaramente un piano cottura a induzione, specie se hai i bambini a casa. Non c'è niente di più sicuro e di più facile da pulire. Inoltre, non corri gli stessi rischi che con il gas (perdite di gas per esempio). In più, è sbagliato pensare che i costi siano superiori al gas per quanto riguarda il consumo. In effetti, un piano di cottura a induzione riscalda i cibi molto più velocemente e i tempi di utilizzo, rispetto al gas, sono quindi molto più brevi. Questo significa che il consumo del piano di cottura a induzione è uguale a quello del gas. Inutile parlare dell'estetica! E se hai già la cucina design, non penso che il costo elevato del piano ci cottura a induzione ti crei qualche mal di stomaco.

Mer, 17/10/2012 - 19:01

Anch'io opterei per il piano di cottura a induzione. Rispetto a un piano cottura elettrico in vetroceramica, i fuochi sono facilmente regolabili e i tempi di cottura brevi (come per il gas), ma per motivi di sicurezza e di estetica, il piano a induzione è decisamente meglio. A quanto ho capito, i costi non sono un criterio di scelta. Ti consiglio quindi il piano cottura a induzione di Bosch (circa 1500 Euro, grandezza: 90 cm). Io lo uso e ti posso dire che cucinare non è mai stato così veloce e così facile. Ci sono perfino dei sensori e dei programmi speciali per i fritti e le grigliate. Il piano è proprio Itech, ha anche una funzione che limita il consumo elettrico al raggiungimento di una certa soglia. I tempi di cottura possono essere programmati per ogni singolo fornello! Davvero la Ferrari tra i piani di cottura! Ecco una videorecensione di questo piano cottura. Così vedi pure tutte le sue funzioni.

Gio, 18/10/2012 - 10:41

Nessuno dei due. Hai ragione che il piano cottura a gas, in una cucina design, non ci sta molto bene, perfino se lo scegli in acciaio. Ma il piano cottura a induzione non è adatto per tutti i materiali (per quanto riguarda le pentole etc). Trasmette il calore solo ai contenitori in acciaio. Quindi, se usi pentole in alluminio, non andranno bene. Questo fattore va considerato quando farai la tua scelta. Io opterei per un piano cottura elettrico in vetroceramica, di cui l'unica differenza, rispetto al piano cottura a induzione, è che i fornelli rimangono roventi (ma si vede comunque dal loro colore rosso). Costa anche un po' di meno, ma è ugualmente facile da pulire.

Mar, 16/10/2012 - 18:23

Chiaramente un piano cottura a induzione, specie se hai i bambini a casa. Non c'è niente di più sicuro e di più facile da pulire. Inoltre, non corri gli stessi rischi che con il gas (perdite di gas per esempio). In più, è sbagliato pensare che i costi siano superiori al gas per quanto riguarda il consumo. In effetti, un piano di cottura a induzione riscalda i cibi molto più velocemente e i tempi di utilizzo, rispetto al gas, sono quindi molto più brevi. Questo significa che il consumo del piano di cottura a induzione è uguale a quello del gas. Inutile parlare dell'estetica! E se hai già la cucina design, non penso che il costo elevato del piano ci cottura a induzione ti crei qualche mal di stomaco.

Mer, 17/10/2012 - 19:01

Anch'io opterei per il piano di cottura a induzione. Rispetto a un piano cottura elettrico in vetroceramica, i fuochi sono facilmente regolabili e i tempi di cottura brevi (come per il gas), ma per motivi di sicurezza e di estetica, il piano a induzione è decisamente meglio. A quanto ho capito, i costi non sono un criterio di scelta. Ti consiglio quindi il piano cottura a induzione di Bosch (circa 1500 Euro, grandezza: 90 cm). Io lo uso e ti posso dire che cucinare non è mai stato così veloce e così facile. Ci sono perfino dei sensori e dei programmi speciali per i fritti e le grigliate. Il piano è proprio Itech, ha anche una funzione che limita il consumo elettrico al raggiungimento di una certa soglia. I tempi di cottura possono essere programmati per ogni singolo fornello! Davvero la Ferrari tra i piani di cottura! Ecco una videorecensione di questo piano cottura. Così vedi pure tutte le sue funzioni.

Gio, 18/10/2012 - 10:41
apex apex-2
randomness