Nuovo di IoCasa? Leggi le FAQ

Quanto consumano i condizionatori a pompa di calore?

Da anni ho lo stesso problema che hanno tutti coloro che vivono in un appartamento, in cui il riscaldamento è centralizzato, ovvero il dover sottostare agli orari di riscaldamento decisi dagli altri condomini, che purtroppo non coincidono con i miei. Mi è stato consigliato di ovviare a questo problema, istallando dei climatizzatori a pompa di calore; il mio dubbio è: ma non consumano troppo?

Mar, 02/10/2012 - 14:00

Commenti : 0

Risposte

3

AnswerWidget

In teoria, il fatto che i climatizzatori a pompa di calore funzionino, utilizzando il calore presente dell’atmosfera, li fa risultare come energeticamente efficienti, ovvero: l’energia necessaria per il suo funzionamento in riscaldamento è notevolmente inferiore rispetto a quella richiesta da un sistema tradizionale di riscaldamento a gas.

Mer, 10/10/2012 - 15:14

E poi devi pensare che una volta montata una pompa di calore, risolvi anche il problema del troppo caldo d’estate ;-). Per quanto riguarda la produzione di calore è raccomandabile comprare un condizionatore inverter che lavora efficientemente anche a temperature molto basse. I classici condizionatori on-off vanno "sotto sforzo" a -2°C e finiscono con il consumare troppo e produrre poco calore. Ma se usato bene e con criterio, il condizionatore a pompa di calore si può considerare una sorta di fonte di energia rinnovabile.

Gio, 18/10/2012 - 12:39

L'efficienza energetica dei condizionatori a pompa di calore è elevatissima, contrariamente a quanto si pensi. Immagina che per ogni KW di energia elettrica consumata, si producono 4 KW di calore. Diciamo che in linea di massima, il condizionatore a pompa di calore può essere usato come unico strumento di riscaldamento nelle zone dove la temperatura invernale non scende troppo e negli spazi piccoli, diversamente non è sufficiente per riscaldare bene gli ambienti e può essere un sistema di riscaldamento aggiuntivo.

Sab, 20/10/2012 - 18:59

In teoria, il fatto che i climatizzatori a pompa di calore funzionino, utilizzando il calore presente dell’atmosfera, li fa risultare come energeticamente efficienti, ovvero: l’energia necessaria per il suo funzionamento in riscaldamento è notevolmente inferiore rispetto a quella richiesta da un sistema tradizionale di riscaldamento a gas.

Mer, 10/10/2012 - 15:14

E poi devi pensare che una volta montata una pompa di calore, risolvi anche il problema del troppo caldo d’estate ;-). Per quanto riguarda la produzione di calore è raccomandabile comprare un condizionatore inverter che lavora efficientemente anche a temperature molto basse. I classici condizionatori on-off vanno "sotto sforzo" a -2°C e finiscono con il consumare troppo e produrre poco calore. Ma se usato bene e con criterio, il condizionatore a pompa di calore si può considerare una sorta di fonte di energia rinnovabile.

Gio, 18/10/2012 - 12:39

L'efficienza energetica dei condizionatori a pompa di calore è elevatissima, contrariamente a quanto si pensi. Immagina che per ogni KW di energia elettrica consumata, si producono 4 KW di calore. Diciamo che in linea di massima, il condizionatore a pompa di calore può essere usato come unico strumento di riscaldamento nelle zone dove la temperatura invernale non scende troppo e negli spazi piccoli, diversamente non è sufficiente per riscaldare bene gli ambienti e può essere un sistema di riscaldamento aggiuntivo.

Sab, 20/10/2012 - 18:59
apex apex-2